La tua guida di viaggio per visitare il Piemonte

visitare il piemonte - La tua guida di viaggio per visitare il Piemonte - 2024 - 1

Cerchi di visitare il Piemonte?

Situata appena dietro le Alpi, il Piemonte ha tutto ciò che serve per soddisfare gli amanti della natura, dei panorami, della gastronomia, della storia e soprattutto del vino. In questa guida di viaggio troverai tutti i luoghi da non perdere in Piemonte e le migliori cose da fare e da vedere in questa bellissima parte d’Italia.

Prepariamoci per il tuo fantastico viaggio nel Piemonte!

Visitare il Piemonte: itinerari per scoprire i borghi più belli del Piemonte

Essendo una delle migliori cose da fare in Piemonte, Winalist ti propone una vacanza di qualche giorno nei magnifici borghi piemontesi.

Partenza da Alba, la Capitale del Tartufo

Il nostro viaggio inizia a sud est di Torino presso la città di Alba, in provincia di Cuneo. Questo piccolo borgo medievale del Piemonte è il cuore storico delle Langhe.

Ma è soprattutto la capitale riconosciuta del tartufo bianco. La fiera di Alba (Fiera del tarfuffo blanco) è diventata il mercato di riferimento mondiale per l’acquisto del tartufo locale. A volte è anche chiamato il “diamante bianco”.

Ma Alba non è solo gastronomia. I luoghi e i monumenti imperdibili da visitare durante un soggiorno ad Alba sono:

  • La Fondazione Ferrero: un museo fondato dalla famiglia Ferrero, i famosi creatori di Nutella e Ferrero Rocher;
  • il Palazzo Comunale e il Palazzo Vescovile;
  • Cattedrale di San Lorenzo e la sua cupola;
  • Chiesa di San Giovanni Battista.

Degustazione presso la tenuta Pio Cesare

visitare il piemonte

È tutta una questione di età per l’azienda vinicola di famiglia di Pio Cesare. Fondato più di un secolo fa, nel 1881, da Cesare Pio, è oggi nelle mani dei Boffa, i suoi discendenti.

L’azienda vinicola Pio Cesare si trova nel cuore della città di Alba, in cima ai resti di antiche mura fortificate dai romani. Si può degustare un vino di qualità superiore, prodotto secondo le tradizioni regionali e ben invecchiato.

Verso La Morra

Dirigiamoci ora a sud-ovest verso La Morra, un piccolo paese in mezzo a colline e vigneti. È un appuntamento imperdibile per gli amanti della gastronomia italiana, in quanto i ristoranti tipici danno un posto d’onore ai prodotti della propria regione.

Ma soprattutto La Morra ci offre uno dei panorami più belli della regione. Una volta in Piazza Castello, la vista è mozzafiato. L’intera regione delle Langhe, i suoi vigneti e le sue pianure a perdita d’occhio si aprono davanti a noi.

visitare il piemonte - La tua guida di viaggio per visitare il Piemonte - 2024 - 4

Per una meritata pausa vi consigliamo la degustazione “SeptVins” sulla terrazza dell’Agricola Marone con vista mozzafiato sul Barolo. Come suggerisce il nome, puoi scoprire 7 vini della regione serviti con antipasti e piatti tipici italiani.

Visita della tenuta Ceretto

Les vignes du domaine Ceretto

Per saperne di più sulla ricchezza enologica del Piemonte, visita la tenuta Ceretto. Il segreto del successo di Ceretto in Piemonte è dovuto all’eccezionale terreno e clima delle Langhe, nonché alla passione e alla saggezza dei proprietari nel trasmettere tanta qualità nel vino.

Riccardo Ceretto inizia a produrre il suo vino negli anni ’30. I figli Bruno e Marcello hanno concretizzato la visione del padre acquistando vigneti nelle zone più rinomate del Barolo e del Barbaresco. Nelle tre tenute dell’azienda – Monsordo Bernardina ad Alba, Bricco Rocche a Castiglione Falletto e Bricco Asili a Barbaresco – Ceretto produce i grandi Barolo e Barbaresco, fiore all’occhiello della sua produzione, oltre ad altre etichette come il Langhe Arneis Blangé bianco e Moscato.

Ultima tappa a Barolo, la terra luminosa

villa montegroso d'asti

Il comune di Barolo, omonimo del vino Barolo, è formato da antiche vie che gli conferiscono un fascino particolare. Ma soprattutto Barolo è circondato da imponenti appezzamenti di vigne che conferiscono al Barolo la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG). È anche chiamato il “Re dei vini, e il vino dei re”.

Esplora tutta la ricchezza del Piemonte con Winalist

Segui con noi la Strada del Vino d’Italia!

Su Winalist troverai una selezione di varie esperienze enologiche che si adatteranno perfettamente al tuo soggiorno e al percorso che hai scelto di intraprendere:

  • Visite e degustazioni;
  • Passeggiate;
  • Visita guidata;
  • Pasto;
  • Soggiorni con alloggio;

5 visite ai luoghi imperdibili del Piemonte

Se hai programmato di esplorare il Piemonte, ecco una selezione di 5 luoghi da non perdere durante il tuo soggiorno in Italia.

1. Capoluogo piemontese: Torino

Torino è il capoluogo del Piemonte, nonché la sua città più popolosa, con 900.000 abitanti. È considerata una delle capitali industriali del Paese, ma ha molto altro da offrire. Torino ha anche tutta una storia da scoprire e un’architettura classica che aspetta solo di essere ammirata.

Da vedere a Torino:

  • Piazza Castello e il suo Palazzo Reale;
  • la Mole Antonelliana;
  • Palazzo Madama;
  • il Palazzo Reale.

Trova un alloggio a Torino se desideri stabilirti lì per qualche giorno.

2. Il Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand

Situato nelle Alpi, il Parco Naturale del Grand Bosco di Salbertrand è il luogo perfetto per ritrovarsi soli al mondo, immersi nella natura. Questo parco di fama nazionale ospita una ventina di specie animali e più di 500 specie di piante diverse.

3. Palazzo Venaria

Questa antica residenza della famiglia reale di Savoia è oggi accessibile al pubblico per visite guidate. È uno dei più grandi palazzi del mondo, particolarmente noto per la sua grande sala a scacchi.

4. Lago Maggiore

La Svizzera e l’Italia condividono questo immenso lago, che è anche un confine naturale tra Piemonte e Lombardia. Si possono ammirare splendidi panorami sulle colline piemontesi, oppure fare una crociera in battello, e anche una nuotata nelle giornate di sole.

5. La città di Asti

Tra i vigneti del Piemonte si trova la città medievale di Asti, nota soprattutto per i suoi famosi spumanti (Asti Spumante) e per il Palio, tradizionale corsa di cavalli.

Buono a sapersi: Nella provincia di Asti alcuni abitanti parlano ancora un particolare dialetto piemontese. Ad esempio, l’uso dell’articolo “ou” (pronunciato “u”) al posto del piemontese “El” davanti a certi sostantivi.

Goditi il ​​tuo fantastico viaggio nel Piemonte!

Qual è il periodo migliore per visitare il Piemonte?

Il periodo migliore per andare in Piemonte va da fine aprile a fine ottobre. A fine aprile per la Sagra del vino di Vinum Alba, poi ai primi di settembre per la Sagre delle sagre d’Asti, e da inizio ottobre per la Sagra Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

Quali luoghi offrono alle coppie il meglio per aziende vinicole a Piemonte?

Questi sono i luoghi migliori per le coppie in cerca di vigneti a Piemonte:
– Azienda Agricola Fratelli Aimasso
– Abellonio – Cascina Piccaluga
– Azienda Agricola Baldi di Burio (Baldi Pierfranco)
– Cantina Mauro Sebaste
– Cantina Francesco Borgogno

Quali sono le principali attrazioni gastronomiche della regione?

Il Piemonte è davvero una regione per buongustai, la sua cucina è rinomata e alcune delle sue specialità sono la tartare di vitello, il tonnato di vitello, con maionese di tonno, acciughe e capperi e gli agnelotti del plin (un misto di carni coniglio, maiale e manzo). La provincia è nota anche per le sue famose nocciole, il suo cioccolato, i suoi porcini, il tartufo bianco d’Alba oltre a tanti formaggi tra cui la Robiola di Roccaverano, il Castelmagno, il gorgonzola di Novara e il Bra.

Quali sono i punti di interesse vicino ai vigneti?

La città di Torino è interessante da visitare per i suoi superbi edifici barocchi, i suoi ristoranti gourmet e i suoi magnifici punti panoramici sul fiume Po e sulle cime innevate delle Alpi. Per non parlare del rito dell’aperitivo in piazza San Carlo, che ben gareggia con quello di Milano.

Perché il Piemonte è una regione perfetta per un viaggio enogastronomico?

Situato nel nord Italia, ai piedi delle Alpi, tra Francia e Svizzera, il Piemonte è una delle regioni vinicole più prestigiose del mondo. Si riconosce tra l’altro per il suo ottimo Barolo e per la sua eccezionale gastronomia, aromatizzata con funghi porcini e tartufo bianco d’Alba.

I paesaggi sono mozzafiato, soprattutto quando si attraversano le colline tra Barolo e La Morra con le nevi eterne delle Alpi sullo sfondo.